DOWNLOAD Termini e Condizioni (senza Allegati) in PDF da QUI
DOWNLOAD Allegati in PDF da QUI
→ DOWNLOAD Informativa Privacy da QUI



TERMINI E CONDIZIONI DI SERVIZIO

CONDIZIONI DI UTILIZZO DEI SERVIZI OFFERTI TRAMITE REGISTRAZIONE AGLI UTENTI SULL’APP “TUCUM”

  1. Violazione dei termini e condizioni

  2. Documenti e materiali inviati all’App TUCUM.

Qualsiasi informazione relativa a dati di natura personale inviata elettronicamente dagli utenti all’App Tucum sarà trattata nel pieno rispetto delle leggi applicabili e dell’Informativa sul trattamento dei dati personali fornita da A.P.P. Acutis S.r.l.s. (v. Informativa Privacy)



TERMINI E CONDIZIONI DI SERVIZIO



  1. PROPRIETÀ INDUSTRIALE ED INTELLETTUALE DELL’APP TUCUM



  1. L’App Tucum (d’ora in avanti, “Tucum”) è di proprietà della “A.P.P. Acutis S.r.l.s.” (d’ora in avanti, “Società”), con sede legale in Via Vincenzo Cardarelli n. 35 - 70043 Monopoli (Ba) e con P.IVA 08134610727.

  2. I dati personali degli utenti registrati a Tucum sono trattati nel pieno rispetto della normativa nazionale in materia di privacy e dei principi dettati dal regolamento 2016/679/UE (cd. “GDPR”).



  1. REGOLE GENERALI



    1. E’ consentito l’utilizzo di Tucum da parte di coloro che si registreranno ad essa dichiarando di aver compiuto almeno 14 anni di età.

    2. Nell’utilizzare Tucum l’utente si impegna a rispettare le seguenti condizioni che la Società potrà cambiare in qualsiasi momento, avvisandolo per tempo come da prescrizioni di legge in vigore.

    3. La Società può decidere in qualsiasi momento di sospendere l’utilizzo di Tucum da parte di quegli utenti che non rispetteranno i termini e le condizioni qui riportate.

    4. E-mail e password, unitamente al raggiungimento dei 14 anni di età, sono gli unici dati indispensabili per la registrazione su Tucum. Gli altri dati richiesti (nome, cognome, città di residenza e genere) sono opzionali e valevoli a fini statistici. Il loro mancato inserimento non preclude la registrazione.

    5. Per accedere la prima volta su Tucum, al termine della procedura di registrazione, è necessario cliccare sul link di verifica inviato all’indirizzo e-mail inserito.





  1. DEFINIZIONI GENERALI E DESCRIZIONE DEGLI ATTORI COINVOLTI



Tucum è l’App per dispositivi mobili che consente di raccogliere micro-donazioni per:

Gli attori coinvolti nella rete Tucum sono: i Beneficiari, i Partner, i Donatori, l’organizzazione di volontariato “Tucum-OdV”, la Società, UBI Banca S.p.A, Nextome S.r.l., Caritas Italiana, le Caritas diocesane e le Caritas parrocchiali.

Per chiarezza interpretativa, di seguito si precisano i significati delle principali definizioni utilizzate nel presente documento:

    1. Il Progetto Tucum: è il Progetto avviato dalla Società con il sostegno di Caritas Italiana. Esso promuove l’utilizzo di Tucum come strumento di lotta alla povertà, ponendo le basi per la realizzazione dell’economia sospesa (clicca qui per approfondire l’Economia Sospesa).

    2. I Beneficiari: sono le persone più bisognose individuate dagli operatori Caritas e in possesso dei requisiti richiesti dal “Progetto Tucum” ai fini della loro registrazione su Tucum. A loro viene assegnata una tessere NFC (Near Field Communication) con la quale possono ritirare, dagli esercizi commerciali aderenti al Progetto, i prodotti di prima necessità convenzionati. La tessera non contiene denaro ma solo dei crediti, giornalmente precaricati sino ad una soglia limite, in modo da impedire eventuali abusi. I crediti non sono né cedibili né cumulabili e la tessera è strettamente personale disponendo di un codice identificativo univoco (UID).

    3. Gli utenti partner (d’ora in avanti, “Partner”): sono gli esercizi commerciali aderenti al Progetto e in possesso dei Requisiti Partner.

    4. Gli utenti donatori (d’ora in avanti, “Donatori”): sono coloro che si registrano su Tucum per effettuare micro-donazioni in favore dell’organizzazione di volontariato “Tucum-OdV”.

    5. La “Tucum-OdV” (d’ora in avanti, “OdV”): è l’organizzazione di volontariato che riceve le micro-donazioni da parte dei Donatori. Essa:

    1. UBI Banca S.p.A. (d’ora in avanti, “Banca”): è il Partner bancario della OdV che gestisce il sistema di pagamento e la sicurezza delle transazioni su Tucum. Per ragioni di trasparenza e per meglio garantire le finalità delle donazioni, la OdV ha aperto tre differenti conti correnti presso la sua filiale di Bari (cfr. successive lettere “g”, “h” e “i”).

    2. Fondo di Raccolta: è il primo dei tre conti correnti aperti presso UBI Banca. Tutte le donazioni sono sempre indirizzate in questo fondo prima di essere ridistribuite e di essere decurtate di una piccola quota necessaria a pagare i “costi di sviluppo” (vedi lettera “k”).

    3. Fondo di Sostegno: in questo conto è destinata la quota maggiore di ogni donazione che servirà a remunerare i Partner e a rimborsarli del costo di erogazione dei prodotti scelti dai Beneficiari.

    4. Fondo di Solidarietà: in questo conto è destinata una piccola quota di ogni donazione che servirà a sostenere progetti di promozione umana in Paesi in via di sviluppo (PVS) o in favore di altri enti benefici.

    5. Nextome S.r.l.: è la società informatica che, sotto specifiche della Società, ha implementato Tucum e che ne cura migliorie e sviluppo.

    6. Costi di sviluppo: sono i costi del circuito legati, ad esempio, al servizio offerto dalla Società, ai costi dei server e delle commissioni bancarie, ai costi di aggiornamento di Tucum (cfr. “condizioni economiche generali”).

    7. Donazione: è la somma di denaro che viene materialmente trasferita, a cura della Banca, dal conto del Donatore al Fondo di Raccolta.

    8. Donazione in prodotto: è l’operazione che coincide con la scelta del prodotto o dei prodotti dal profilo del Partner. L’importo è pari alla donazione al netto della “quota di sistema” e della “quota di riconoscenza” destinata al Partner (cfr. “condizioni economiche generali”).

    9. Donazione diretta: è l’operazione che non coincide con la scelta del prodotto dal profilo di un Partner. Essa si limita al trasferimento dell’importo della donazione stabilita dal Donatore al netto della “quota di sistema”.

    10. Rimborso del prodotto: è la somma di denaro che la OdV riconosce al Partner in seguito alla somministrazione gratuita del prodotto o dei prodotti al Beneficiario.

    11. Supervisore generale (d’ora in avanti, “Supervisore”): è il Donatore che richiede alla Società l’attivazione del servizio per una determinata Caritas diocesana in qualità di responsabile del Progetto Tucum.

    12. Operatore Caritas (d’ora in avanti, “Operatore”): è il Donatore individuato dal Supervisore e da lui autorizzato a registrare i Beneficiari e a compiere tutte le operazioni concomitanti a questa funzione.

    13. Incaricato: è la persona fisica autorizzata a compiere operazioni di trattamento dal titolare.



  1. CONDIZIONI ECONOMICHE GENERALI

Donazione semplice

La OdV mantiene nel Fondo di Raccolta, per ogni donazione diretta effettuata e portata correttamente a termine ed anche per ogni donazione compiuta scegliendo un prodotto dal profilo del Partner, una quota fissa e pari a 0,12 € IVA inclusa (c.d. “quota di sistema”).

La donazione compiuta scegliendo un prodotto dal profilo del Partner è sempre detratta della quota di sistema unitamente alla “quota di riconoscenza” spettante al Partner e pari a 0,12 € più IVA (circa 0,15 cent.) indipendentemente dal tipo di prodotto selezionato e dal numero dei prodotti selezionati. La quota di riconoscenza è accreditata sul Fondo di Sostegno (cfr. lett. “h” del punto “3.”).

Dalla quota di sistema sono detratti i “costi di gestione”, quali:

  1. Il “corrispettivo” spettante alla Società per la gestione del servizio offerto da Tucum alla OdV e pari a 0,03 € più IVA per ogni donazione portata correttamente a termine;

  2. I costi della Banca e del servizio cloud server che sono mediamente compresi in 0,08 € IVA compresa;

La differenza tra la quota di sistema e i costi di gestione è accantonata nel Fondo di Raccolta per costituire la “riserva di sviluppo” con la quale la Società è autorizzata dalla OdV a servirsene unicamente per sostenere il Progetto Tucum, con particolare attenzione ai:

  1. Costi di sviluppo” legati alla gestione, manutenzione e aggiornamento dell’App Tucum previa accurata documentazione;

  2. Costi di promozione” legati alla pubblicità e all’organizzazione di eventi di promozione in ambito artistico, culturale, accademico e a qualsiasi altra attività relativa al Progetto.

Donazione composta

Nel caso in cui vengano scelti due o più prodotti dal profilo del Partner, la quota di sistema è moltiplicata per il numero di prodotti selezionati dal Donatore. In particolare:

  1. Alla Società spetta sempre e soltanto una sola quota di “corrispettivo” per ogni donazione compiuta e portata correttamente a termine;

  2. Al Partner spetta sempre e soltanto una sola “quota di riconoscenza” per ogni donazione compiuta dal suo profilo, indipendentemente dal numero dei prodotti selezionati dal Donatore.

La differenza è accantonata nel Fondo di Raccolta come “riserva di sviluppo” per le medesime finalità di cui sopra.

La logica della Donazione Composta si applica anche quando vengono scelti più Partner da cui donare.

In virtù di queste condizioni da ogni donazione effettuata attraverso Tucum, indipendentemente dall’importo donato, sarà detratto:

  1. Se la donazione è diretta: 0,12 €;

  2. Se la donazione avviene dal profilo di un solo Partner: 0,27 € (approssimazione in eccesso di 0,2664 €).

  3. Se la donazione è la somma di prodotti provenienti da più Partner: occorre moltiplicare la “quota di riconoscenza” per il numero dei Partner scelti dal Donatore e sommare la “quota di sistema” moltiplicata per il numero dei prodotti selezionati. Quello che resta al netto dei costi (che sono in funzione dell’importo delle donazioni), rimane nel Fondo di Raccolta come “riserva di sviluppo”.

Considerazione: La quota di riconoscenza è da considerare come un vero e proprio sostegno ai Partner e quindi all’economia locale e non come dei costi. Tale considerazione rientra tra i principi etici dell’economia sospesa.



  1. LATO DONATORE

Regole generali e condizioni economiche

Con Tucum il Donatore può:

    1. Eseguire una “donazione diretta” inserendo un importo che va da un minimo di 0,20 € ad un massimo di 10,00 €;

    2. Scegliere, da un Partner o da più Partner, un prodotto o più prodotti tra quelli convenzionati e donare l’equivalente del prezzo totale raggiunto.

Nel caso “a)” il Fondo di Raccolta trattiene, dalla donazione e per ogni differente donazione libera, sempre e soltanto la “quota di sistema”, qualsiasi sia l’importo della donazione effettuata.

Nel caso “b)” il Fondo di Raccolta trattiene, dalla donazione e per ogni differente donazione in prodotti, sempre e soltanto la “quota di sistema” unitamente, per ogni Partner scelto dal donatore, alla “quota di riconoscenza” da destinare al Fondo di Sostegno.

Funzione “Segnala un Beneficiario”

Questa funzione è presente nella sezione “Profilo” e permette all’utente Donatore di inviare gratuitamente, alla Caritas diocesana territorialmente competente, un messaggio di testo con una richiesta di intervento in favore di una situazione di precarietà. La compilazione del messaggio è guidata da dei campi pre impostati, i quali sono tutti facoltativi.

  1. LATO PARTNER

Regole generali

Ogni Donatore, titolare o responsabile di un’attività commerciale, può richiedere alla Società di accedere su Tucum come Partner se in possesso dei Requisiti Partner. In particolare il Partner deve dichiarare:

  1. Di essere titolare o responsabile dell’attività commerciale proponente;

  2. Di costituire una piccola impresa (ex. D.M. 18 aprile 2005) e di non rientrare nella categoria della Grande Distribuzione Organizzata (GDO);

  3. Di non aver installato, all’interno dei loro locali, apparecchi da gioco (SLOT MACHINE, VLT, Totem telematici od apparecchi simili) che permettono vincite in denaro.

Tali dichiarazioni costituiscono requisiti imprescindibili per la registrazione su Tucum in qualità di Partner.

Dopo la verifica del possesso dei suddetti requisiti da parte della Società, il Donatore potrà accedere su Tucum come Partner avendo a disposizione un proprio profilo personalizzabile.

Per la registrazione, in riferimento all’attività, il Partner è obbligato ad inserire:

  1. Ragione o Denominazione Sociale;

  2. P.IVA/C.F. e IBAN;

  3. Indirizzo, CAP, città, provincia e nazione in cui è ubicata;

  4. E-mail del titolare/responsabile per la fatturazione;

  5. Numero di cellulare del titolare/responsabile o numero di telefono fisso dell’attività (dato opzionale ma funzionale ad una più celere comunicazione);

  6. Gli estremi di un documento di riconoscimento del titolare/responsabile.

Tempi di approvazione e funzioni del Partner

La Società si riserva il tempo necessario per constatare il possesso dei requisiti richiesti e la veridicità delle dichiarazioni rilasciate dal Partner. Dopo l’approvazione da parte della Società il Partner avrà la possibilità di gestire il proprio profilo in modo del tutto gratuito, convenzionando esclusivamente prodotto sani, cioè considerati ammissibili dalla Società secondo i principi etici stabiliti.

Inoltre, al Partner è data la possibilità di caricare, gratuitamente, la foto di presentazione della sua attività a fini pubblicitari e per favorirne una migliore identificazione da parte del Donatore. La foto non deve mostrare o permettere di riconoscere, anche parzialmente, persone fisiche. Se tale prescrizione non viene osservata, la Società si dichiara libera da ogni responsabilità.

Rapporti con il Beneficiario e la OdV

Il Partner somministra gratuitamente ai Beneficiari i prodotti convenzionati.

Per poter ritirare i prodotti, i Beneficiari devono fornire al Partner la tessera Tucum nella quale sono contenuti i crediti necessari per avviare l’operazione. Se la tessera non viene scansionata dal Partner attraverso il comando “scan” presente sull’App e non viene confermata l’operazione in essere, la OdV non è tenuta a rimborsare la somministrazione dei prodotti. Il rimborso, invece, si perfeziona in modo automatico sempre e soltanto al termine della “procedura di erogazione”, il cui esito positivo è certificato da una schermata e, simultaneamente, da una piccola vibrazione del dispositivo in questione.

Nel caso in cui, però, i crediti non siano sufficienti per ritirare il prodotto o i prodotti richiesti dal Beneficiario, il Partner non è obbligato a soddisfarne la richiesta.

Inoltre, il Partner può rifiutare di somministrare il prodotto o i prodotti al Beneficiario tutte le volte in cui gli risulta difficoltoso verificarne l’esatta identità. In seguito ad ogni procedura di erogazione correttamente portata a termine, l’App conserva i valori dei rimborsi nella voce “Le tue fatture” presente nella sezione “Profilo”, dove si potrà verificare anche l’ammontare delle “quote di riconoscenza” ricevute nel periodo considerato. La fattura verrà pagata dalla OdV entro 7 giorni dalla data di chiusura. La Società si riserva di controllare a campione e tramite propri strumenti software, la correttezza delle fatture emesse. In caso di anomalie, la stessa avrà cura di contattare il Partner.

La fattura potrà essere scaricata direttamente dall’App in formato “pdf”, come “documento di cortesia”, e in formato “xml” per essere caricata come fattura elettronica precompilata dal software di fatturazione utilizzato dal Partner. Ad ogni modo, la fattura sarà sempre inviata per email in “pdf” e “xml” all’indirizzo di posta rilasciato dall’utente in sede di registrazione alla voce “Email per fatturazione”.

E’ cura del Partner procedere all’adempimento della fatturazione elettronica successivamente alla chiusura della fattura attraverso l’App. Come suddetto, infatti, il pagamento dell’importo riportato sul documento partirà in automatico in seguito a tale chiusura.

Funzione “Offri un caffè ad un amico”

Se l’attività commerciale è abilitata a somministrare il caffè (es. bar, ristoranti, ecc…), il Partner accetta di erogarlo a prezzo di costo a quanti, pur non possedendo una tessera in qualità di Beneficiari, abbiano generato sul proprio dispositivo un codice QR Code valevole per il ritiro del caffè (e unicamente il caffè). Questa funzione richiama la tradizione partenopea del caffè sospeso.

Il Partner, dopo aver letto e riconosciuto il QR Code dal proprio dispositivo, riceverà in fattura il rimborso del caffè erogato con la stessa modalità dei prodotti somministrati con tessera ai Beneficiari.

Con questa funzione non è prevista la “quota di riconoscenza”.

Condizioni economiche

La OdV riconosce al Partner una commissione fissa e pari a 0,12 € più IVA ogni volta che il Donatore sceglie dal suo profilo uno o più prodotti da donare, indipendentemente:

  1. Dalla forma giuridica del Partner;

  2. Dal tipo e dal numero dei prodotti selezionati dal Donatore;

  3. Dall’importo donato e dal costo effettivo del prodotto convenzionato dal Partner;

  4. Dall’effettiva somministrazione del prodotto o dei prodotti al Beneficiario.

Inoltre, la OdV riconosce sempre al Partner il rimborso per la spesa sostenuta nel somministrare il prodotto o i prodotti al Beneficiario al termine della suddetta procedura.

L’importo del rimborso è determinato dal Partner nel momento in cui compila, dal suo personale profilo, la scheda di registrazione di un nuovo prodotto. L’importo inserito dovrà esprimere un valore congruo al costo reale sostenuto dal Partner per l’acquisto del prodotto presso il suo fornitore. Nel caso in cui il prodotto finito da somministrare è stato sottoposto ad un processo di trasformazione, la determinazione del suo valore si otterrà sommando il costo dei singoli fattori utilizzati.

Controllo da parte della Società

La Società verifica l’autenticità delle dichiarazioni rilasciate dal Partner in sede di registrazione. Per tale motivo, l’importo del costo reale del prodotto convenzionato è soggetto a monitoraggio ed è paragonato al valore medio inserito da altri Partner per il medesimo prodotto. La Società può quindi liberamente confrontare i valori inseriti di un prodotto con quelli registrati da altri Partner avendo cura di considerare, nelle sue valutazioni, le oggettive difformità di prezzi esistenti tra le diverse aree geografiche dell’Italia. Se il valore del costo reale è considerato, da parte della Società, “alterato” in eccesso essa provvede a suggerire al Partner la correzione da apportare, con tempestiva comunicazione scritta o, dove possibile, telefonica. Il prodotto da modificare viene sospeso (non può essere scelto dal Donatore e non può essere somministrato al Beneficiario) fino a quando il Partner non rivede a ribasso il costo del prodotto in esame. Se il Partner rifiuta di modificare il valore senza un giustificato motivo, il prodotto resterà comunque sospeso in modo insindacabile e a tempo indeterminato.

Modalità e tempistiche di pagamento

La OdV si impegna a remunerare e a rimborsare il Partner con accredito in automatico sul conto corrente indicato al momento della registrazione. Gli accrediti sono regolati entro sette (7) giorni dalla data di chiusura della fattura da parte del Partner. Tucum registra i corrispettivi incassati, a titolo di rimborso e/o di remunerazione, in una fattura elettronica cumulativa e precompilata. Il valore di ogni singola fattura è dunque onnicomprensivo. Le fatture generate sono conservate nel profilo del Partner nella voce “le mie fatture”. Le fatture possono essere chiuse e quindi scaricate dal Partner:

  1. In ogni momento, dopo aver inserito il numero di fattura;

  2. Quando si raggiunge la “soglia limite” scelta arbitrariamente dalla Società.

In quest’ultima ipotesi, Tucum invia al Partner una notifica per chiedere l’inserimento del corrispondente numero di fattura.

La fattura, intestata al Partner, ha sempre come destinatario la OdV.

Esempio: un Partner che convenziona il caffè al costo di 0,30 € IVA compresa, che ha ricevuto 100 preferenze e che ha erogato 80 caffè, emetterà una fattura dal valore di 38,64 € (100 quote da 0,12 € + IVA si sommano ad 80 rimborsi da 0,30 €).



  1. LATO CARITAS

Definizioni generali

Il Supervisore e l’Operatore sono le persone fisiche che individuano i Beneficiari e che assegnano le tessere dopo aver loro fornito e fatto leggere l’Informativa Privacy Beneficiario, fornito e fatto firmare la formula di acquisizione di consenso.

In tal senso sia il Supervisore sia l’Operatore, in qualità di Incaricati, sono abilitati a trattare esclusivamente i dati personali del Beneficiario.

Funzioni del Supervisore e dell’Operatore

Il Supervisore è il responsabile del Progetto Tucum presso la sua diocesi. Egli è il garante delle operazioni di individuazione e accreditamento su Tucum dei Beneficiari.

Il Supervisore può:

  1. Accreditare e rimuovere gli Operatori, accedendo alla voce “Gestisci supervisori” presente nella sezione “Profilo”;

  2. Visualizzare in ogni momento le operazioni effettuate dagli Operatori della sua diocesi, facendone richiesta alla Società (e-mail: tucum@appacutis.it);

  3. Accreditare, sospendere e rimuovere i Beneficiari;

  4. Visualizzare gli storici dei prodotti ritirati dai Beneficiari della sua diocesi su richiesta alla Società;

  5. Ritirare la quota mensile del Beneficiario (vedi più avanti “Rapporto con i Beneficiari”);

  6. Leggere, prendere in carico o eliminare le segnalazioni ricevute dagli utenti Donatori accedendo alla voce “Esamina segnalazioni” presente nella sezione “Profilo”.

L’Operatore può:

  1. Accreditare, sospendere e rimuovere i Beneficiari;

  2. Ritirare la quota mensile del Beneficiario;

  3. Leggere, prendere in carico o eliminare le segnalazioni ricevute dagli utenti Donatori accedendo alla voce “Esamina segnalazioni” presente nella sezione “Profilo”.

Rapporto con i Beneficiari

L’individuazione dei Beneficiari e il riconoscimento dei loro requisiti è lasciato alla discrezione degli Incaricati i quali devono comunque attenersi agli orientamenti presenti sulla Guida del Beneficiario.

Per conto della Società gli Incaricati sono abilitati a ritirare dai Beneficiari, per il servizio a loro reso attraverso la tessera Tucum, una quota mensile di importo pari a 2,00 € IVA inclusa. Contestualmente al ritiro della quota devono rilasciare al Beneficiario la relativa Ricevuta del Beneficiario.



  1. CONSIDERAZIONI FINALI

  1. Il Web Server di Tucum si rende disponibile all’utente per risolvere problemi di interazione con la App tramite la sezione “Assistenza” presente sulla stessa.

  2. Registrandosi su Tucum l’utente e la Società espressamente convengono che tutte le controversie e azioni legali strettamente derivanti dall’uso di Tucum sono soggette alla legge italiana e sono attribuite alla giurisdizione italiana.

  3. Registrandosi su Tucum l’utente accetta che nessun rapporto di lavoro, in qualunque modo inquadrabile sul piano contrattuale, si instaura tra lui e la Società.